Oops...
Slider with alias chi siamo not found.

IL POLO

Il polo di Scapigliato nasce come discarica controllata di rifiuti del territorio della Bassa Val di Cecina nel 1982, come elemento a quel tempo innovativo e di forte valore ambientale, in grado di permettere la chiusura, in tutto il territorio, di decine di discariche inadeguate e ambientalmente dannose. Il sito, di totale garanzia dal punto di vista geologico, si è gradualmente ampliato, diventando progressivamente un punto di riferimento per i rifiuti urbani del territorio storico di riferimento, per i rifiuti speciali non pericolosi provenienti da produzioni di materiali principalmente della nostra Provincia, della Toscana e marginalmente di aree extraregionali. In questi anni, Scapigliato ha accolto mediamente circa 400 mila tonnellate annue, rispetto ad una produzione Toscana di oltre 12 milioni di tonnellate annue tra rifiuti urbani e speciali.

Tuttavia, è necessario guardare al superamento della discarica come sistema di smaltimento. Il polo di Scapigliato oggi è cambiato. Da ormai più di un anno Rea Impianti, in linea con i principi e le politiche europee sull’economia circolare, ha adottato una nuova strategia, ovvero quella di trasformare Scapigliato in un polo impiantistico di selezione, trasformazione, recupero e potenziale re-immissione sul mercato del rifiuto, come nuovo prodotto ed energia, prevedendo una progressiva e costante marginalizzazione della discarica

COME SI PUÒ REALIZZARE TUTTO CIÒ?

Costruendo impianti industriali di selezione e trattamento alternativi, in grado di trasformare il rifiuto in energia e in materia prima secondaria, che porteranno ad una forte riduzione dei rifiuti in discarica, al miglioramento ambientale e all’incremento occupazionale.