Scapigliato alberi

Col progetto “Scapigliato Alberi”, Scapigliato fornirà al territorio e ai suoi cittadini, oltre 250mila alberi e circa 60mila arbusti: un investimento stimato in 3 milioni di euro per compensare tutte le emissioni di gas serra – ovvero 1.195.000 ton. di CO2eq – generate dal Polo impiantistico sin dalla sua nascita nel 1982.

Scapigliato alberi

Da vincolo a opportunità di sviluppo sostenibile

Il progetto nasce da una prescrizione della Regione Toscana che prevede la realizzazione di rimboschimenti e/o rinverdimenti quale opera di compensazione per le emissioni di gas serra rilasciate negli anni di esercizio del Polo impiantistico, ma Scapigliato ha deciso di trasformare questo vincolo in un’opportunità di sviluppo sostenibile, tramite la produzione locale di olio extra-vergine di oliva.

Complessivamente, il progetto si compone di tre parti:

  • All’interno del Polo impiantistico di Scapigliato e nelle aree confinanti verranno piantati circa 12.000 alberi e 23.000 arbusti, allo scopo di creare 30 ettari di boschi che assumano la forma di una “cintura verde” in grado di migliorare l’inserimento paesaggistico della “Fabbrica del futuro”;
  • Grazie ad un apposito Protocollo d’Intesa, nelle aree urbane o periurbane dei Comuni di Rosignano Marittimo, Orciano Pisano, Santa Luce, Castellina Marittima, Bibbona, Casale Marittimo, Cecina, Collesalvetti, Crespina Lorenzana, Guardistallo, Montescudaio e Riparbella, saranno piantati circa 3.000 alberi e 36.000 arbusti, di varie specie in relazione agli specifici contesti interessati;
  • Nei Comuni sopra indicati, ovvero quelli della Val di Fine, Bassa Val di Cecina, Collesalvetti, Crespina Lorenzana e Castagneto Carducci, saranno donati tramite bandi pubblici circa 245.000 olivi che andranno a realizzare circa 700 ettari di oliveti, ed è qui che entrano in gioco agricoltori e cittadini del territorio.

Oltre la prescrizione

E per le emissioni di gas serra che il Polo impiantistico rilascerà nel futuro? La loro compensazione non rientra nell’ambito della prescrizione regionale, ma l’attività della discarica, fino alla fine dei conferimenti, è prevista dall’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) fino al 2030. Per questo Scapigliato ha deciso di investire circa 2 milioni di euro per realizzare, nel corso di un decennio, altre opere a verde con circa 8.700 alberi, 36.000 arbusti e 630.000 mq di prati, in grado di compensare altre 215.000 ton. di CO2.

La progressiva implementazione della Fabbrica del futuro porterà, inoltre, a importanti riduzioni nelle emissioni del Polo impiantistico: il progetto di ricerca “Beyond The Landfill 4.0” permetterà, ad esempio, un’ancora più efficiente captazione del biogas prodotto naturalmente nel corpo di discarica, mentre il biodigestore anaerobico sarà lo strumento per valorizzare al meglio i rifiuti organici raccolti in modo differenziato dai cittadini.

Il progetto si amplia

Date le numerose richieste arrivate da zone limitrofe ai Comuni coinvolti inizialmente dal progetto (i 13 di partenza, ovvero i Comuni della Val di Fine, Bassa Val di Cecina, Collesalvetti, Crespina Lorenzana e Castagneto Carducci), Scapigliato, in accordo con la Regione Toscana, ha deciso di ampliare a tutti i 56 Comuni delle Province di Livorno e Pisa la possibilità di partecipare, richiedendo gratuitamente in consegna gli olivi. L’ampliamento dell’operazione non inciderà sul carattere locale dell’iniziativa. Gli interventi da realizzare all’interno dei 13 Comuni coinvolti fin dall’avvio del progetto manterranno, infatti, la priorità nell’assegnazione degli olivi.

Come partecipare al bando per ricevere gratuitamente gli olivi

Il bando ha lo scopo di individuare le aziende agricole, le cooperative agricole, le reti di imprese agricole, i proprietari e conduttori di fondi agricoli ubicati nei Comuni interessati dall’iniziativa, che potranno ottenere le piante di olivo: l’assegnazione gratuita – da un minimo di 50 fino ad un massimo di 5.000 piante per ogni beneficiario – riguarderà cultivar autoctone e certificate (Frantoio, Leccio del Corno, Leccino, Maurino, Moraiolo e Pendolino), sostenendo così le economie agricole locali.

I cittadini e le imprese interessati possono scaricare da questa pagina bando e domanda di partecipazione, che dovrà essere compilata e inviata a Scapigliato mediante posta ordinaria, consegna a mano presso la sede (SR 206, km 16,5 Rosignano Marittimo, LI) o spedita tramite e-mail all’indirizzo olivi@scapigliato.it.

L’invio della documentazione dovrà essere completato entro date diverse a seconda del periodo di piantumazione che si prevede di sfruttare per l’impianto degli olivi. I beneficiari ammessi ad ottenere le piante riceveranno un’apposita comunicazione.

Per ulteriori informazioni scrivere all’indirizzo e-mail alberi@scapigliato.it o chiamare lo 0586744153 (digitare tasto 9 per parlare con l’operatore).

Scarica Bando Nuovi Impianti Olivicoli

Scarica Domanda di partecipazione nuovi impianti olivicoli 2022

Scarica Graduatoria olivi Giugno 2022

Torna sulla pagina per aggiornarti sugli sviluppi dell’iniziativa.